Il coraggio di un passo avanti

Tanti amici hanno festeggiato i 150 anni dell’Unità d’Italia, io no, sono anti-garibaldino e federiciano convinto, era giusto stare in silenzio, perchè è giusto rispettare chi non la pensa come me.
Credo che il popolo siciliano abbia diritto di recriminare per 150 anni di buio, di povertà, di sofferenza, credo che il popolo siciliano abbia diritto di cittadinanza europea come stato sovrano. Sono certo che l’indipendenza della Sicilia, porti benessere al popolo.Un popolo che ha una ricchezza unica donatagli dall’unico Re che io riconosca e a cui mi inchino, il nostro Cristo Re.

Siamo una terra ricchissima, siamo un popolo straordinario per cultura, per genialità e per tanti per…, subiamo da 150 anni le angherie politiche di una patria che non ci rappresenta. La Sicilia stato sovrano. Una europa delle regioni, ecco come uscire dal baratro del non ritorno.

Per la Sicilia 150 anni di sofferenza sono più che sufficienti,chiediamo alla politica siciliana di farsi carico in modo democratico di traghettare la Sicilia da regione a statuto autonomo a stato libero e sovrano d’Europa.
In molti mi chiedevano perchè sono rimasto in silenzio per tutto il 2011, solamente per il rispetto verso chi non la pensa come me e vuole festeggiare.
I festeggiamenti sono finiti adesso tocca ricordare a tutti, che da 150 anni siamo politicamente un popolo oppresso, che adesso chiede di ritornare libero e sovrano del proprio destino.

Corrado Armeri

Scritto da admin_LS

admin_LS