A PALERMO LA BENZINA PIU’ CARA D’ITALIA

Palermo, 17 Agosto 2005

In Sicilia si raffina l’80 % del carburante consumato in Italia, le riserve di idrocarburi stimate consentono quattro secoli di indipendenza energetica della Sicilia, se l’import-export della Sicilia fosse quello di un paese indipendente, l’incidenza dei prodotti petroliferi sarebbe quella di un medio paese OPEC, … ma ….


la benzina in Sicilia è cara, non soltanto quanto in Italia, ma mediamente di più, perché parrebbe che ci siano “costi elevati di trasporto”…

Da dove ci viene trasportata questa benzina?


Da Milano?


Delle due l’una: o è una vera truffa ai danni dell’economia siciliana, l’ennesima, o è proprio così, come con la frutta siciliana che prima viene spedita nel Continente, poi impacchettata e rispedita nell’Isola…

Ma non ci rendiamo conto che così non si può andare avanti?

Il petrolio siciliano e il gas siciliano SONO NOSTRI!

Siciliani, svegliamoci! Le risorse di idrocarburi possono fare da volano per l’economia tutta se ce ne riappropriamo…

L’Italia succhia gratis il nostro oro nero e progetta, anche per mezzo dei suoi rappresentanti alla Regione, di svendere lembi di territorio e risorse sottostanti a ridosso delle abitazioni o dei capolavori del Val di Noto…

L’Altra Sicilia vuole che lo sfruttamento della Sicilia a beneficio altrui e danno nostro sia immediatamente fermato.

L’Altra Sicilia vuole che nei pressi dei centri abitati e laddove il prelievo non sia eco-sostenibile esso sia in ogni caso abbandonato.

L’Altra Sicilia pretende che, prima di prelevare idrocarburi (dove è possibile secondo quanto detto prima), sia chiarito una volta per tutte l’indirizzo politico di lasciarne in Sicilia i benefici economici.

In che modo?

– Ridefiniamo le royalties e i benefici economici a vantaggio della Sicilia tutta e, in particolare, delle popolazioni dei Comuni interessati;


– Attribuiamo alla Regione gettito e aliquote delle accise sui prodotti petroliferi estratti o raffinati in Sicilia;

– Controlliamo il cartello delle imprese petrolifere per evitare che ci impongano prezzi non concorrenziali;


– Calmieriamo i prezzi dei carburanti ponendo tetti massimi pari a un terzo dei prezzi attuali;


– Attribuiamo alla Sicilia il gettito tributario del reddito prodotto dalle imprese che estraggono o raffinano idrocarburi;


– Saltiamo ad ogni livello l’intermediazione italiana parassitaria tra la produzione ed il consumo con un’attiva politica industriale regionale.

E questo tanto per cominciare.

Se ne avessimo il coraggio, altro che povertà ed emigrazione… Ci sarebbe una corsa di capitali verso la Sicilia, diventeremmo una “tigre” nel bel mezzo del Mediterraneo.

Viva la Trinacria! Viva il Vespro! Viva la Sicilia!

Scritto da admin_LS

admin_LS

18 thoughts on “A PALERMO LA BENZINA PIU’ CARA D’ITALIA”

  1. angelo51f says:

    Ne con il Re e neppure con il Papa ma per la giustizia.
    Ne a destra e neppure a sinistra ma solo Sicilia.

  2. salmessina says:

    Caro Antonio, cari conterranei delle nostra splendida Terra una cosa è certa:”se non si cambia, una volta per tutte, è inutile, come dice Antonio, riempirsi la bocca!
    Io Vi confermo, visto che ho girato l’Italia in lungo e in largo, che noi siamo i migliori. Sotto ogni aspetto!!
    Felicità, sal

  3. Karolina says:

    Bardzo za Toba tesknimy i na zawsze pozostaniesz w naszych sercach. Mam nadzieje ze spogladasz na nas z “domu Pana” i kiedys sie tam z Toba spotkamy.

  4. angelo51f says:

    Alla regione siciliana tutti erano al corrente della festa dell’autonomia e quindi perché organizzare il referendum propio quel giorno? Qualcuno dirà questa é politica! Io mi dissocio completamente da questo modo d’accettare i soprusi provenienti da persone (irre)sponsabili e ancora di più: ho vergogna d’avere la loro stessa nazionalità ma non certamente la medesima identità. La mia identità é identica a quella dei miei avi, l’identità dei Siciliani onesti. La loro é l’identità dei quaquaraqua!!!!
    Noi siciliani dell’estero auguriamo ai siciliani di Sicilia di prendere coscienza di questa “peperonata” e non andare a votare. Noi siamo le radici del futuro, pensiamo all’avvenire dei nostri figli e rifiutiamo l’intralllazzo della bassa politica, la politica dei quaquaraquà!!!!!
    Sicilia ieri, Sicilia oggi e Sicilia domani.
    Un affetto fraterno.

  5. pippudoz says:

    Ciau Giusi
    sî la celibbri Giusi, chi na vota scriveva spissu supra lu linguasicilana forum?
    Mi ricordi? – sei misi fa tu mi aiutasti nzignarimi la lingua siciliana scritta. Ora talia unni sugnu arrivatu – fazzu l’edituri dâ wikipedia siciliana di cui sugnu unu dî funnaturi. Speru ca prestu ti poi riggistrari supra wikipedia, p’ac*****inzari scriviri articuli ntô sicilianu. Comu dicisti supra (ntâ tò saggistica ntirissanti), la nostra lingua si pò iri avanti siddu pigghia lu rispettu ca si cci merita – ma pi piggiarilu – avemu a usarilu a l’ottimu liveddu – e spissu!
    Pi fauri – visitarinni ccà
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Paggina_principali
    http://scn.wikipedia.org/wiki/User:Pippu_d%27Angelo
    Salutamu e a prestu
    pippu

  6. Giusi says:

    Ciau Pippu.
    Sugnu propiu iu. Certu ca mi ricordu di tia; è un veru piaciri vidiri dunni arrivasti!
    Ti fazzu li mè sinceri *****plimenti.
    Sicuramenti mi vaju a reggistrari nta wikipedia, mperò nun haju tantu tempu libbiru pi scriviri tuttu chiddu chi mi piacissi scriviri.
    Saltutamu!
    Giusi

  7. pippudoz says:

    Chi putemu fari pâ nostra lingua?
    Usamula! Scrivemunni usannu la nostra lingua matri bedda. Nutati sta nfurmazzioni:

    Lu 26 di aprili, martiddia, la wikipedia siciliana havi 759 articuli
    e 70 soci. Visitatinni a
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Paggina_principali
    avemu assai nfurmazzioni, articuli ntirissanti e beddi figuri –
    tuttu pi sicilianu! La prima enciclopedia scritta pi sicilianu e li
    primi nutizzi dû munnu pi sicilianu!

    La Traduzzioni dâ Simana:
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Antoni_Grabowski
    Antoni Grabowski (1857 – 1921), pulaccu, ncigneri chimicu. Veni
    canusciutu comu lu “patri dâ puisia ntô esperanto”.

    L’articulu dâ simana:
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Ciumifriddu
    Ciumifriddu è un cumuni di 9.581 abbitanti dâ pruvincia di Catania.

    Visitatinni! Riggistrativi! Facemu parti dû munnu e stamu iennu
    avanti!
    Salutamu
    pippu d’angelo, canberra

  8. pippudoz says:

    Ciau Giusi
    Nn’hai visitatu a wikipedia a
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Paggina_principali ?
    Nfatti, giustu giustu, cuntrullai l’user list e vitti lu to nomu – ben fattu!
    Nn’avemu quasi 800 articuli e ora avemu 76 soci riggistrati. E tanti autri cci nni vennu mintiri l’articuli. Semu arrivatu ôn passu unni cci avemu a dicidiri siddu vulemu ca la wikipedia cuntinua cu tutti usannu la lingua scritta a abitriu, o siddu avemu a cuntrullaricci strittamenti, pruvannu a difunniri na lingua standard, voldiri unificata e auta.
    Siddu cci nni vai ccà:
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Grammatica
    attruvati na grammatica siciliana brevi, e siddu cci nni iti ccà:
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Cumpenniu_Stilisticu
    attruvati un cumpenniu stilisticu, unni pruvamu stabbiliri na scempra ca vulemu tutti a sicutari.
    Ninu Russu mi aiutau cu tutti dui.
    Puru putemu mintiri un liami chi va drittamenti ô tò situ.
    Sacciu ca nun hai tempu pi scriviri articuli, sfurtunamenti, ma iu speru ca poi aiutarinni câ tò canuscenza dâ lingua siciliana, puru essiri lu nostru cunzigghieri. Accussì poi aiutarinni stabbiliri lu sicilianu scrittu chi si pò usari ntôn modu autu, e chissu è pricisamenti chi cci nni voli.
    Ccà cci nni attruvati lu circulu:
    http://scn.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Circulu
    unni cci sunnu tanti dumanni e quistioni circa la lingua, e discussioni di varî formi dâ lingua, di cui cci avemu âssiddiri li megghî. Speru ca putemu criari na cumunitati di chiddi chi amanu la lingua siciliana, chi vonnu scriviri nta wikipedia, ma cchiù mpurtanti, chi cci vonnu ricircari e arriscediri li formi megghì pâ lingua standard, unificata, scritta e auta. E nn’avemu bisognu dû to aiutu!
    Criditimi, è mpussibili mmagginari unni cci putemu arrinesciri ârrivari – stamu parrannu di n’enciclopedia siciliana!! No sulu di quarchi cosa chi si tratta di cosi siciliani – ma di n’enciclopedia chi si tratta di tuttu! scritta pi sicilianu – comu na lingua vera!
    E nun scurdativi – stu prugettu apparteni a tutti chi si amanu la lingua siciliana. È un prugettu libbiru, cumprirtamenti democraticu e apertu a tutti. Sulu accussì putemu spirari a purtari la lingua avanti.
    Salutamu e a prestu
    pippu d’angelo, canberra

  9. SAROIGELA says:

    IL Siciliano e una lingua che in diversi periodi storici ha avuto il suo inizio – la lingua latina e i diversi dialetti il francese lo spagnolo italiano portoghese le lingue slave polacco- russo jugoslavo – lingue germaniche inglese tedesco –
    io porsonalmente conosco sia orale e scritto il tedesco e anche conosco un po la lingua polacca
    vivendo in germania e possibila avere contatto con diversi gruppi nazionali .
    Il portoghese e simile nell modo di parlar al siciliano anche se avolte il senso cambia
    nella lingua slava alcune parole hanno lo stesso significato in italiano e in siciliano
    il siciliano e una lingua come il portoghese lo spagnolo il francese e italiano –
    il siciliano non e un dialetto il siciliano non e italiano parratu de viddrani il siciliano e una lingua con una sua origine e si distingue dalla lingua italiana.
    Parrou n sziciliano

  10. SAROIGELA says:

    IL Siciliano e una lingua che in diversi periodi storici ha avuto il suo inizio – la lingua latina e i diversi dialetti il francese lo spagnolo italiano portoghese le lingue slave polacco- russo jugoslavo – lingue germaniche inglese tedesco –
    io porsonalmente conosco sia orale e scritto il tedesco e anche conosco un po la lingua polacca
    vivendo in germania e possibila avere contatto con diversi gruppi nazionali .
    Il portoghese e simile nell modo di parlar al siciliano anche se avolte il senso cambia
    nella lingua slava alcune parole hanno lo stesso significato in italiano e in siciliano
    il siciliano e una lingua come il portoghese lo soagnolo il francese e italiano –
    il siciliano non e un dialetto il siciliano non e italiano parratu de viddrani il siciliano e una lingua con una sua origine e si distingue dalla lingua italiana.
    Parrou n sziciliano

  11. rosarioanton says:

    khai na bona jurnata

    u Sicilianu sih parra e sih scrivi she sih voli sih poti

    nie putemmu puri cuntari n szicilianu u cunti cki nie cuntari i patri
    putemmu pentzari e matri cka nie cresceru cku li minni ,u latti e u schiatu de paroli siciliani
    u cori
    scurri sangu sicilianu
    cka crisci nda terra siciliana
    forti comu u suli
    forti comu u mari
    pentza a to patri
    cka travaghia cku sururi e sangu
    cka i catini unna era taccato erunu pisanti chu do travagghiu
    nie crisceru co duliri e sangu e chiantu
    cunta nu cuntu
    parra u sangu parra u duluri e chiantu
    cunta nu cuntu e to figghi
    cka i pintzeri su chu forti de catini
    cunta nu cuntu e to figghi
    sangu e cori sicilianu un cangia
    e un sih poti cangiari
    cunta nu cuntu e to figghi
    un tu scuradari
    pentza pentza

    Mancuso Gela

  12. sasa1101 says:

    Melancholia will probably be obtainable by way of Video clip On Need beginning Oct 7th, soon after which it is going to get a restricted theatrical launch on November 11th. Enjoyable reality: fake watches for sale [www.centwatches.com”] fake watches for sale Alexander Skarsgard was a applicant to perform the title part in Thor, exactly where Stellan Skarsgard ended up taking part in Professor Erik Selvig , who’ll seem once more inside the Avengers. It is the circle of lifestyle. low price replica watches [www.centwatches.com] low price replica watches Ny city has additional shops than any person could bodily tackle, swiss replica watches paypal [www.centwatches.com] swiss replica watches paypal but by some means we constantly maintain returning towards the typical suspects fake pershing [www.centwatches.com] fake pershing . quality swiss replica watches [www.centwatches.com] quality swiss replica watches to interrupt out with the rut, we have asked some nearby buying and style gurus to give their concealed retail gems—those distinctive shops about our amazing metropolis that we may not all find out about omega watch replicas [www.centwatches.com] omega watch replicas . Cue the Beatles: best replica watches paypal [www.centwatches.com] best replica watches paypal We are about to obtain just a little support

  13. Gmorreale says:

    Mi viene da piangere, da gridare, da rimettere… etc etc
    Mi chiedo, ma “cu MIN**A li ha votati sti rimbecilliti…chi kabbassisi gli ha dato ste cariche e responsabilita’.. secondo quali criteri??

    Politici ed elettori corrotti, la Sicilia al di la e al di qua dello stretto vi ODIA e da oggi e’ vi dichiara apertamente guerra. FUORI DAI KABBASISI e date spazio alla gente perbene e con due spiccioli di ciriveddu.

    Giovanni MORREALE
    Parigi, u primu Maju 05

  14. pippudoz says:

    Ciau Giusi

    Sugnu cumpritamenti d’accordu cu tia – nun putemu sipirari li quistioni di lingua, econumia e prubbremi suciali quannu parramu dâ Sicilia. Cultura forti = lingua forti = econumia forti = sucitati e cumunitati forti.

    Vogghiu passari di sta quistioni p’abbacchiari n’area culligata. Misi na littra simili ntô forum.

    Iu nun sugnu nu spertu di sti cosi, ma comu sapiti, iu parru e scrivu di tuttu! Comu dicemu ntô ngrisi: “a jack of all trades, and a master of none.” Voldiri, mi sentu struitu di tuttu, ma sacciu propiu nenti!

    Ntâ tiuria d’evoluzzioni, cci vonnu armenu miliuni d’anni prima ca putemu vidiri un canciamentu di na speci a nautra. Siddu stu canciamentu abbini tra mill’anni, sapemu c’avissi a essiri na cosa straordinaria.

    Puru chî lingui putemu diri quarchi cosa simili, spiciarmenti quannu parramu dû sicilianu (ovviamenti parramu di gradi d’anni nanticchia cchiû curti). Nurmalmenti, cci voli na cintinaia d’anni prima ca na lingua si trasforma cumpritamenti ca nun si canuscia cchiui. Ma cû sicilianu, sta trasfurmazzioni si cci capitau duranti l’urtimi quarant’anni. Oramai, na mità dû vucabbulariu sicilianu dî 1960ini veni scanusciuta di tutti li siciliani.
    Parramu di n’evoluzzioni nurmali o naturali?
    Certu di no!
    Parramu dûn abbinimentu straordinariu. Nun parramu di quarchi cosa chi cci avemu a fistiggiari, ma di quarchi cosa di cui cci avemu a lamintarinni. Nun parramu d’avanzari na lingua – parramu di distruggirila!

    Amici mei, p’asempiu, mè nanni vinniru a l’Australia duranti li 1950ini. Duranti li 1960ini (quannu canuscevi la lingua siciliana comu la mè lingua, azzoè, nun canuscevi nautra lingua, quannu accuminzai li scoli, canuscevi nenti ngrisi, e ovviamenti, nenti talianu), e duranti li 1970ini, mè nanni parravanu un sicilianu veru, puru. Fini lu 1988, quannu muriu mè nanna, idda ancora parrava sulu lu sicilianu – idda canusceva quasi nenti talianu o ngrisi. Parramu di menu di vint’anni fa! Ma pruvati ora attruvannu quarchidunu chi parra lu sicilianu comu lu parrava idda – nun asistinu – tra vint’anni!
    Si tratta di n’evoluzzioni naturali?
    No!
    Si tratta di na tragedia!!
    Cultura = Lingua = Econumia = Sucitati/Cumunitati

    Salutamu
    pippu d’angelo. canberra

  15. RAnzalone says:

    Ora non è più questione di destare sentimenti per una vera “rinascita”.
    Serve l’orgoglio, ma serve anche subito una serie di proposte concrete su cui lavorare. Se ne hai nel cassetto portane qualcuna a Mazzara…
    A presto!
    Rosalba

  16. Giusi says:

    Rosalba, non so se potrò essere a Mazara; comunque, sicuramente qualcuno di linguasiciliana.it sarà presente.
    Proposte concrete su cui lavorare ce ne sarebbero molte.
    Ma il vero problema, secondo me, è quello di far rinascere innanzitutto l’orgoglio per la propria cultura, farlo rinascere “dal basso”, nella gente.
    Ai politici interessa il consenso. Non fanno mai nulla che non ricerchi il consenso, ad eccezione dei propri meschini interessi personali.
    Se vogliamo che i politici facciano qualcosa per la nostra cultura, per la nostra lingua, dobbiamo o sperare in una sorta di miracolo, in un politico (che occupi il posto giusto) mosso da sincere spinte ideali e dall’amore per la propria terra tanto da accettare il rischio di esporsi alle possibili critiche, o dobbiamo creare il campo affinchè iniziative di carattere istituzionale per la promozione della lingua e cultura siciliane divengano occasioni di consenso per chi le attua.
    E questo può accadere solo se destiamo sentimenti di “rinascita” nella gente con un costante e paziente “lavoro” fatto negli ambiti dell’arte, della musica, della letteratura etc. della cultura in generale e, perché no, dei mezzi di comunicazione (quindi anche di internet).
    Spero sarai daccordo.

    Giusi

  17. SAROIGELA says:

    sinceramete voorei sapere di chi e la colpa ,
    in Siclia non abbiamo una cultura e la cultura dei nostri antenati viene dimenticata perche a scuola viene solo insegnato solo delle guerre di indipendenzza che hanno liberato la Sicilia dalla schiavitu sembra il contrario siamo stati resi schiavi.
    mi chiedo perche quando avevo frequentato le scuole in Sicilia ´non ho mai sentito che la sicilia ha una sua cultura e una regione autonoma che ha una propia bandiera che nel passato molti hanno perso la propia vita pe la Sicilia libera di chi e la
    colpa .
    Siamo siciliani e sono siciliano la nostra entita la nostra cultura i siciliani -diamo valore al nostro passato e al nostro futuro la lingua siciliana insegnare i giovani che sono sempre pochi che parlano nszicilianu ad apprezzare la sicilia la lingua siciliana e la cultura del nostro popolo aiutiamo a fare valere i nostri diritti ,siamo uniti e vinceremo

  18. SalKappa2 says:

    Mia cara Rosa Maria, e siamo in due ad essere stanchi!!!
    Confermo le tue lamentele con tutte le mie forze stracolme di infinita tristezza/amarezza/dolore…
    Con affetto,
    salvatore

Comments are closed.