All posts by Francesco Catania

Via Serisso

La via Serisso, una volta era molto famosa, in quanto sorgevano due chiese la Cappella di San Giovanni tra l’XI e il XIII secolo proprio dove c’era Porta Serisso ed era gestita dal Consolato dei Fiorentini quando fu distrutta nel 1500, sorse la chiesa di

La Questura di Trapani

La Questura di Trapani, realizzata intorno agli anni 80 sorge dove c’era la “Vecchia Questura” quest’ultima era stata edificata sulle antiche macerie del Castello di Terra, infatti, nello spazio posteriore alla Questura si vedono ancora le vecchie mura e la Torre di avvistamento. In questo

Il porto di Trapani

Il porto venne chiamato dai Fenici “Darban” cioè formato ad angolo acuto e prese il nome poi di “Numachia” cioè porto adatto ai combattimenti navali. Durante la dominazione normanna nacque il cantiere navale costruito dai Cartaginesi dove oggi c’è Piazza Scarlatti. Il porto di Trapani

Il nostro teatro

Il teatro venne inaugurato il 4 ottobre 1849, con la rappresentazione della “Norma” di Vincenzo Bellini. Era una robusta ed elegante struttura dalle grandi dimensioni, poteva ospitare fino a settecento spettatori. Internamente, era stato finemente decorato da Lentini Rocco, Mazziotta Carlo e Saporito Santo, conteneva

Le Mura di Tramontana

Per rafforzare le difese della città da parte dei predatori turchi, gli spagnoli, fecero fortificare ancora di più le mura a nord della città dove spira il forte e freddo vento di tramontana, da qui il nome “Mura di Tramontana”. Carlo V nel 1535, di

Piazza Jolanda

Anticamente, nell’attuale sito di Piazza Jolanda, sorgeva la Chiesa e Monastero di Santa Chiara, che furono costruiti nel 1392 e formavano tutto un isolato. Il convento delle Clarisse fu ingrandito e restaurato nel 1492, poi fu abbandonato per insufficienza e insalubrità dei locali, quindi, nel

Villa della Madonna ed Abbeveratoio

La città di Trapani è avara sia di zone verdi che di fontane. Un bell’esempio di zona verde è la villa Comunale “Margherita” che si trova nel centro storico, un’altra villa più piccola, ma molto graziosa è la “Villa della Basilica della Madonna Annzunziata” di

Liceo Rosina Salvo (Ex Magistrale)

Nei tempi passati, all’incirca cento anni fa, precisamente nel 1880 a Trapani nella piazzetta Sales sorgeva l’Istituto Magistrale. La denominazione di “Rosina Salvo” fu dato soltanto intorno gli anni venti per iniziativa del provveditore agli studi, Nino Pappalardo. L’istituto era molto frequentato, non solo da

L’Istituto Tecnico Nautico “Marino Torre”

La città di Trapani, come tante altre in particolare, della Sicilia si affacciano sul mare, per cui si comprende la necessità di formare dei comandanti e del personale specializzato nelle attività marinare in genere. L’attuale Istituto Tecnico Nautico “Marino Torre” ha le sue radici nell’antica

Istituto Tecnico Commerciale “Salvatore Calvino”

Il 1800 per tutta l’Italia è stato un periodo d’oro per tutta l’Italia ed anche Trapani viveva la sua epoca d’oro. In questo periodo molti uomini trapanesi trovarono nel loro animo vocazioni imprenditoriali non solo come desiderio di profitto ma animati da un profondo amore

Il Palazzo della Vicaria

Non tutti i trapanesi sono a conoscenza che il palazzo della vicaria era nato come carcere fin dal 1655e fu adibito a tale scopo fino al 1965. Tra il 1820 e il 1830 ad opera dell’architetto La Bruna vennero effettuate delle modifiche. La struttura è

Palazzo Ciambra o della Giudecca

Del quartiere Casalicchio faceva parte il ghetto degli ebrei, sito nella via ancora oggi chiamata, della Giudecca. La zona nel periodo antico corrispondeva alla parte più periferica del quartiere. A Trapani, i primi ebrei giunsero nel settanta dopo Cristo. Crebbero di numero e di fama

C’era una volta.. La tonnara di Punta Tipa

Trapani e la sua provincia sono famose per le tonnare (Bonagia, San Cusumano e Favignana) ma non tutti sanno che la più antica in assoluto è stata realizzata nel diciassettesimo secolo a Punta Tipa, su un zona pianeggiante del promontorio proteso sul mare, a nord-est

La “Casa del Mutilato”

Il Palazzo venne edificato tra il viale Duca d’Aosta e la piazza Generale Scio. I lavori durarono relativamente poco, soltanto un anno e mezzo; il costo dell’opera fu di duecentoquindici mila lire, raccolte con una pubblica sottoscrizione. L’iniziativa si deve alla volontà di Francesco Paolo

Lo stemma più bello? Quello di Trapani

Il gonfalone, stendardo o vessillo del Comune, rappresenta lo stemma del paese dove si vive e viene sventolato in occasione di eventi sia civili che religiosi riguardanti la città. Lo stemma della città di Trapani è uno scudo con sfondo rosso sormontato da una corona

A ovest da Torre di Ligny…. Villa Nasi

Quale trapanese non conosce il villino Nasi? E quale turista non va a conoscere questa costruzione eretta su un terreno demaniale chiamato “Lo Scoglio”? Questo villino, l’ha voluto il politico e ministro trapanese Nunzio Nasi, che aveva comprato il terreno demaniale unito alla rada del