Category Archives: Editoriale

Goldoni in Catalogna

“Le baruffe chiozzotte” erano le liti e le incomprensioni che caratterizzavano il quotidiano di Chioggia nel ‘700 e che hanno ispirato una fortunata rappresentazione teatrale scritta da Carlo Goldoni. E proprio a questa atmosfera di farsa e di buffonata sembra riportarci il clima surreale che

Le elezioni in Germania e l’apatia tedesca

Domenica prossima 24 settembre, i tedeschi saranno chiamati a scegliere il loro prossimo Cancelliere tra l’uscente, Angela Merkel e il suo pseudo-rivale Martin Schulz, balzato alle cronache politiche soltanto per lo scontro verbale avuto a Strasburgo con l’allora presidente del consiglio Berlusconi che aveva illustrato

La gloria e il declino di Aung San Suu Kyi

Alcuni stati come il Regno Unito e la Svezia hanno chiesto la convocazione urgente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per discutere le violenze in atto in Birmania:una vera e propria operazione di pulizia etnica da parte dell’esercito contro i rifugiati Rohingya che ha

Catalogna: la strumentalizzazione delle rivendicazioni indipendentiste

Nel contesto delle rivendicazioni autonomistiche delle piccole Patrie, quelle regioni o quelle parti di  territori che effettivamente possiedono ragioni storiche, culturali ed identitarie per richiamarsi all’autodeterminazione ed all’indipendenza da un potere centrale lontano e distratto, la Scozia e la Catalogna rivestono particolare valore di riferimento.

Entrata in vigore del Trattato UE-Ucraina

Con una vera e propria manovra anti-democratica  che, tra l’altro, dimostra di non tenere in alcun conto la volontà  espressa dai cittadini olandesi – chiamati per referendum a manifestare il loro gradimento,  al 61% si sono dichiarati contrari-  l’Unione europea ha dato il via libera

Elezioni regionali siciliane del prossimo novembre 2017

Al bando i luoghi comuni, i celebri viaggiatori, i poeti ruffiani, ma la nostra Isola/Arcipelago è effettivamente una grande porzione di bellezza e quando tramonta il sole tra colline e vulcani e quando soffia scirocco incollato ai tetti o inverno umido non sa raffreddare i

La presa di posizione del Vaticano sui flussi migratori

Nel prossimo mese di gennaio 2018, si terrà la 104° giornata mondiale del migrante e del rifugiato. L’atteso messaggio del Vaticano, tramite Bergoglio, non si è certo fatto attendere, anzi, con una precisione chirurgica il Pontefice, dopo essere intervenuto nel dibattito nazionale sullo “ius soli”,

Assad o il trionfo della verità: 600 mila profughi siriani rientrano a casa

Arriva dalle agenzie stampa ufficiali un’informazione che probabilmente non sarà gradita a tutti ,  specialmente a quelli che incoraggiano e favoriscono  l’immigrazione verso il continente europeo  e serve a mettere finalmente ordine nella congerie di cifre riguardanti i profughi  che fuggono o son fuggiti effettivamente

Il suicidio collettivo di questa nostra vecchia Europa

Dopo ogni vigliacco attacco catalogato come terrorista, assistiamo , e questo ormai ciclicamente, ad un rituale mediatico sempre uguale, strettamente simile da paese a paese. Ieri sera le radio e le televisioni nazionali, particolarmente ruffiane nell’occasione, non hanno trovato di meglio che intervistare fonti governative

Rileggere il Gattopardo

Nel 1954, Giuseppe Tomasi, 12º Duca di Palma, 11° Principe di Lampedusa, Barone della Torretta, Grande di Spagna di prima Classe decise di mettere per iscritto una storia a cui pensava da tempo: quella di una vecchia famiglia siciliana confrontata  improvvisamente all’unificazione imposta con le armi da Savoia e Garibaldi e l’emergere di una nuova classe sociale

Le distrazioni di massa: Neymar, il calcio senza passione

Nel 2011, acquistando la società calcistica Paris Saint Germain grazie ai buoni auspici dell’allora presidente Sarkozy, gli emiri arabi divenuti proprietari si prefiggevano come scopo principale quello di portare il club ai vertici del “futbol” mondiale. Operazione che sarebbe passata da una serie di investimenti

I flussi migratori stanno dividendo l’Europa a metà

Le tematiche dell’accoglienza e dei flussi migratori inarrestabili stanno praticamente dividendo il continente europeo in due parti. Ormai siamo di fronte a due Europe sempre piu’ antinomiche e fatalmente  inconciliabili  tra di loro, mentre  una cortina di incomprensioni si sta sviluppando  tra i due insieme

Un comizio getta nel ridicolo il paese di Librizzi. insieme a tutta la Sicilia

Il termine comizio, in epoca romana rivestiva un carattere fondamentale: indicava i luoghi  stabiliti per radunare le assemblee e consentiva ai cittadini di conoscere personalmente chi li avrebbe rappresentati nelle assemblee popolari. Al giorno d’oggi, seguendo proprio i comizi elettorali, alla fine i cittadini prendono

La Corte di Giustizia dell’UE ostacola le indagini sul terrorismo

La Corte di Giustizia dell’unione Europea sembra proprio  incorreggibile.  Con due sentenze del 2011 e 2012 aveva stabilito che il soggiorno irregolare di uno straniero uno Stato membro  non poteva piu’ essere considerato un crimine , mettendo cosi’  fuori gioco le legislazioni nazionali che regolavano

Le elezioni politiche in Francia

Ieri sera, i nostri vicini francesi sono andati alle urne, come del resto hanno fatto anche tanti italiani interessati dal voto amministrativo. Ma a differenza degli italiani che hanno fatto capire di voler riprendere dalla loro libreria un libro già letto e riletto, loro, i

A Taormina gli Usa bloccano la follia “immigrazionista” del G7

Non è una novità dire che Donald Trump divida il mondo politico, per questo il nuovo présidente americano rimane il bersaglio preferito dai media “sconfitti” che non perdono occasione per sottolineare ogni sua eventuale “gaffe”. Da parte sua il presidente americano presta senz’altro il fianco