Editoriale

In una SICILIA di parassiti, di paraculi, di assistiti, di truffatori, di raccomandati, di spacciatori, di falsi ciechi, di falsi invalidi, di professionisti dell’antimafia, di professionisti del voto di scambio, di leccaculi, di chi per anni resta in attesa di ottenere un favore, di quanti che per un posto (un posto, non il lavoro) per i figli hanno venduto la loro dignità per 20, 30 o 50 euro, di chi si accontenta della spesa, di chi ancora non si è ancora stancato di sedersi difronte alla porta di un cosiddetto onorevole per chiedere qualcosa, ecc…ecc.. cosa ci si può aspettare d’altro se non la viltà, la codardia o la servitù ???…

e come diceva Montanelli “La servitù, in molti casi, non è una violenza dei padroni, ma una tentazione dei servi.”

Lascia un commento