L’inverno della collera europea

Dai media non è stato dato risalto a un evento che può essere considerato paradigma della crisi politica che attraversa l’Unione europea. Lo scorso 3 settembre, infatti, migliaia di persone sono scese in piazza a Praga per protestare contro gli aumenti dei prezzi dell’energia, del

Da Gorbaciov a Putin, il pericolo Nato alle frontiere russe

Certo che se anche il cancelliere tedesco Scholz in visita a Praga, per assicurare la stabilità in Europa reclamava un nuovo allargamento dell‘Unione ai Paesi del sud dei Balcani oltre che all‘Ucraina, Georgia e Moldavia, l‘Unione europea sta messa proprio male. Se poi, per quel

Il pendolo dell’Europa

S‘ode a destra uno squillo di tromba (la risoluzione del Parlamento europeo per rivedere i Trattati) e a sinistra risponde uno squillo (quello di Italia e Francia che firmano un trattato di cooperazione bilaterale). Dopo la risoluzione del Parlamento europeo adottata alla vigilia dell’estate allo

La fine annunciata degli Stati Nazione

Non vorremmo iniziare un discorso tecnico sui poteri e sulle funzioni delle istituzioni europee ma sentiamo l’esigenza di squarciare quell’abituale velo di disinformazione che invece si rivela  importante per il cittadino dal momento che il diritto europeo è diventato primato rispetto a quelli nazionali e

Elezioni regionali siciliane

Al bando i luoghi comuni, i celebri viaggiatori e i poeti ruffiani, ma la nostra Isola/Arcipelago è effettivamente una grande porzione di bellezza e quando tramonta il sole tra colline e vulcani e quando soffia scirocco incollato ai tetti o inverno umido non sa raffreddare

A ciascuno il suo: Ue guerra commerciale alla Russia

L’Unione europea, lasciando alla NATO ed agli Stati Uniti l’incombenza del settore militare, ha deciso di combattere la Russia esclusivamente con armi economiche, quelle che più riesce a padroneggiare, che prevedono il boicottaggio dei prodotti russi e l’espulsione della Russia dal sistema economico mondiale. Un’idea

Il parlamento europeo decide dalla fine dei motori termici

Il voto del Parlamento europeo contro le automobili a motore termico è la dimostrazione lampante del grande reset generale oggi in corso. Dopo territori, popoli, istituzioni, testi scritti, opere liriche e modi di essere, il nuovo pensiero si concentra sull’automobile e su tutti quelli che

Dio salvi la Regina Elisabetta

La regina Elisabetta viene festeggiata dal suo popolo in occasione dei suoi settant’anni di regno. In una società dove contano solo le scelte individuali e regnano il capriccio del consumatore e il confort dell’egoismo, Elisabetta appare come l’incarnazione di quel senso del dovere che ancora

Armi e pazzia, le ragioni delle stragi nelle scuole USA

In una piccola cittadina del Texas un ragazzo di 18 anni ha aperto il fuoco in una scuola ed ha ucciso 19 bambini. Sembrerebbe il solito, ennesimo dramma del profondo sud americano. Fin dagli anni 60 gli assassinii di massa sono molto frequenti negli USA:

Mondializzazione e …morti di fame

La mondializzazione ci è stata sempre raccontata come un fenomeno per cui determinati problemi politici, economici e sociali avrebbero acquisito una dimensione di risonanza mondiale, suscitando una presa di coscienza comune per una collaborazione generale nel tentativo di affrontarli e risolverli adeguatamente. Sarebbe stata utile

L’Europa invischiata in una guerra che conviene solo agli americani

Da Bruxelles a Washington l’eco delle armi fa seguito alle dichiarazioni di guerra: trasferimenti di armi pesanti, intensificazione della guerra economica attraverso un nuovo pacchetto di sanzioni ma la soluzione militare e la scelta del confronto impediscono qualsiasi possibilità di pace. Le contraddizioni si succedono:

Il Balletto dell’Europa

Abbiamo improvvisato, come sempre. Una curiosa coreografia ha investito l’emiciclo del Parlamento europeo di Strasburgo per festeggiare la fondazione dell’Europa: una contorsione lenta di ballerini poco sincronizzati con intermezzi narrativi poetici, qualcosa a cavallo tra una seduta di ipnosi e un corso di yoga per

Le capitali europee della diversità e dell’inclusione

Da tempo ormai, nella liturgia unionista, il mese di maggio, precisamente il 9, è dedicato alla celebrazione della festa dell’Europa. In epoca grama però c’è ben poco da festeggiare ed allora l’Esecutivo ha dato il via ad un’altra grande iniziativa: il Premio per le capitali

Una nuova direttiva UE nel dibattito sull’immigrazione

La Commissione europea rilancia il dibattito sull’emigrazione, soprattutto quella per lavoro, confidando in un contesto più favorevole rispetto a quello della crisi degli anni passati. La guerra in Ucraina sembra aver cambiato le carte in tavola e sembra che si sia ridotta anche la distanza

Inno alla gioia

Come  il suonatore di flauto di Hamelin, che nella celebre favola dei fratelli Grimm faceva scappare i topi invasori, domenica  Macron ha celebrato la sua vittoria entrando nel palco allestito nel Campo di Marzo seguito da una processione di adolescenti . E come ogni degna

Guerra in Ucraina e ritorno degli Stati nazione

Una guerra che ci lascia sempre più perplessi si sviluppa nel cuore dell’Europa ed ancora non riusciamo a capirne le ragioni . Gli osservatori più acuti degli avvenimenti che toccano l’Europa dell’est e la  Russia ci ripetono che si tratta di un confronto tra l’imperialismo