Archivi della categoria: News

Le vere sfide delle prossime elezioni europee

La vera sfida delle prossime elezioni europee consiste innanzitutto nel chiedersi effettivamente  cosa si voglia fare di questa Unione che, così com’è governata oggi , appare un progetto politico, economico e ideologico pieno di ambiguità proprio per nascondere ai cittadini europei obiettivi che, se fossero

Esercito spagnolo: i militari cambiano sesso per fare carriera

La follia woke ci riserva ancora divertenti  spazi di goliardia e permette ai più avvertiti di approfittare della situazione. Succede che il regio esercito si è dotato di due  nuovi regolamenti militari. Il primo permette ai militari di cambiare sesso nei loro documenti di identità

Le contraddizioni dell’UE

Nonostante più del 50% del trasporto merci europeo venga trasportato per strada e gli automezzi che lo determinano generino il 6% del totale delle emissioni dei gas ad effetto serra dell’UE, il Parlamento europeo ha votato martedì in Plenaria a Strasburgo, una risoluzione che mira

Il posto della nostalgia

Si annunzia la nuova stagione, nelle bombe di una guerra che non si riesce a capire, nelle restrizioni di una pandemia che non si sa se c’era, nella crisi economica che attanaglia le famiglie e nella rivoluzione dei modi di vivere della società contemporanea. Però

Il futuro di questa Europa millenaria

Da attenti osservatori della costruzione di un’unione europea nel segno dei popoli e dei valori comuni, abbiamo notato ,nel corso degli anni, una voluta  forzatura degli obiettivi fondatori di questa comunità (ndr: mettere insieme le produzioni di ferro e acciaio) verso principi – da alcuni ritenuti 

Meloni e dittature europee

La sua elezione e nomina a primo ministro ( o , meglio prima ministra?) e la fermezza con la quale aveva detto di volersi occupare  dei problemi sociali e delle questioni  migratorie aveva acceso una tenue speranza nel Bel paese ed una sottile ombra di

Von der Leyen a Davos, solo per chi conta

Anche la presidente della commissione Von der Leyen ha parlato nell’inverno svizzero ovattato di Davos ,l ‘appuntamento mondiale  dove i dirigenti delle grandi industrie internazionali mettono a punto la loro opera d’influenza confrontandosi ai politici,  fieri di esservi invitati. Qui la  connivenza apparente è la

15 gennaio Ivan, 15 gennaio Francesco Paolo

“ …E ancora giriamo allontanando il riso, simili spesso al giorno passato. Nei nostri quaderni ora parole misteriose e sempre ascoltiamo…” Lassù in quel cimitero di paese incastonato tra montagne così’ differenti dai tuoi Peloritani, lontano da quell’aria di mare che tu , maestro di Filicudi

Superlega

Anche il “futboll” subisce gli attacchi del nuovo ordine mondiale. L’attacco ritorna alle residue sovranità rimaste agli imbelli Stati europei e questa volta colpisce il passatempo più seguito dai popoli. Nessuno mette in dubbio lo stato di profonda crisi che attraversa il settore calcistico guidato

Nei dintorni della COP 28

La COP 28, trascorso nell’irrealtà di Dubai, rimane il grande ragù cucinato annualmente dalle élites per salvare il Pianeta e limitare il riscaldamento climatico ai valori che la Terra dovrà osservare. I media ovviamente hanno elogiato la manifestazione ed hanno riportato al popolo ignaro le

Sanchez: pur di governare, patti anche col diavolo

Una manifestazione di massa ha invaso, sabato scorso, le vie di Madrid , replicata in altra  grandi città spagnole ,per protestare contro le derive separatiste annunciate dal nuovo esecutivo spagnolo a guida socialista. Tralasciando la facile polemica sulla partecipazione dei cittadini – 170.000 secondo le

La confusione dell’Unione Europea

La Commissione europea in un primo momento, dopo gli attacchi di Hamas a Israele e soprattutto dopo la presa di posizione del presidente dell’autorità Palestinese Mahoumud  Abbas che li aveva avallati,  sospende gli aiuti alla Palestina poi , per  l’opposizione di Irlanda, Belgio e Lussemburgo

Ancora Beatles ogni tanto

La musica pop-rock  , smarrita dopo  il dogma impartito a suon di Fender e batteria ma anche al flusso inarrestabile di danaro che ha riempito le casse dei discografici più importanti sin dagli  anni 60, rimane oggi negletta, superata dall’elettronica e sempre alla ricerca di

Accordo con l’Albania

In occasione della visita a Roma del primo ministro albanese Edi Rama, tra la sorpresa generale soprattutto dei burocrati di Bruxelles, l’Italia e l’Albania hanno firmato un accordo per creare, sul territorio albanese , centri di accoglienza e di gestione dei migranti che arrivano in

Siamo arrivati alla fine dell’Occidente?

Pochi ancora conoscono il woke, un movimento che proviene dai Campus americani e riflette la cultura militante nella protezione delle minoranze, una cultura che si è subito imposta in Europa con l’accettazione  acritica  di tutto quello che ci proviene come oro colato dagli USA, nel

Lampedusa: dove sono le donne?

Le telecamere in presa diretta quotidiana ci  permettono di scrutare  l’arrivo massiccio dei migranti sulle spiagge della perduta Lampedusa , un’isola il cui nome che suonava una volta come promessa di vacanza, quasi esotica,  veniva accostato a Giuseppe Tomasi, principe di Lampedusa ,autore del gattopardo