Le bugie americane sull’attentato del golfo persico

Le bugie americane sull’attentato del golfo persico

Diventa di stringente attualità una frase profetica del presidente americano Abramo Lincoln, che diceva come non si possa ingannare sempre una parte del popolo. Ne è prova l’attuale tensione che agita il Golfo Persico, zona di grande importanza strategica perché costituisce il passaggio obbligato di

Domenica 16 giugno a Randazzo per ricordare Antonio Canepa

Domenica 16 giugno a Randazzo per ricordare Antonio Canepa

Domenica ricorderemo un grande siciliano nato a Palermo nel 1908: Antonio Canepa, fondatore e comandante dell’EVIS, l’Esercito dei Volontari per l’Indipendenza della Sicilia, caduto con due giovani seguaci in seguito ad un agguato a Randazzo il 17 giugno del 1945. Quest’anno una manifestazione all’insegna dell’unità

Elezioni europee: chi ha perso, ha vinto

Elezioni europee: chi ha perso, ha vinto

Abbiamo registrato il risultato delle elezioni europee, le elezioni del voglio ma non posso e,  come al solito, elezioni  semplicemente paradossali perché non hanno risposto ad un unico scrutinio generale ma a tanti casi particolari  quante sono le specificità dei 27  Stati membri. A dimostrazione

La vocazione alla pace dell’UE

La vocazione alla pace dell’UE

Una retorica ormai stantia descrive l’Europa come un’oasi di pace e di prosperità dove i popoli collaborano in armonia , meno prosaicamente si estrinseca nel grande mercato senza frontiere di merci, di  persone, di capitali e di criminalità, volutamente in contrapposizione di  tutto quello che

15 maggio: Una giornata per la Sicilia

Una giornata per la Sicilia

TRAPANI – Il 15 maggio 2019, nella sala Fulvio Sodano di Palazzo D’Alì, alle ore 10:30, si svolgerà il Convegno sulla storia della Sicilia e della Autonomia dove interverrà il prof. Massimo Costa che presenterà il suo ultimo lavoro sulla storia politica e istituzionale della

L’invenzione del nemico in democrazia totalitaria

L’invenzione del nemico in democrazia totalitaria

Ed eccoli di nuovo gli esponenti di tutti i partiti – come accade puntualmente ogni 5 anni – in giro per la penisola a sponsorizzare i loro candidati alle elezioni europee, a spiegare quello che faranno in caso di successo (lo sappiamo molto bene), ma

Elezioni Spagna: Vox e la “Reconquista”

Elezioni Spagna: Vox e la “Reconquista”

Già dai primi exit poll delle elezioni spagnole si delineavano risultati impensabili a favore di Vox, con l’elezione di 36/38 deputati e la conseguente entrata in parlamento, per la prima volta, della destra spagnola. Si era già capito in campagna elettorale. Mentre Vox, il partito

Il pelo nell’uovo

Il pelo nell’uovo

Sempre alla ricerca di pretesti veri o presunti, la nostra illuminata classe dirigente riesce a mettere in discussione anche tesi consolidate nel tempo. Succede oggi con la denunzia di un preteso ”razzialismo” occidentale rispetto agli antichi monumenti pervenutici come retaggio di civiltà nel corso dei

Difendere l’ambiente comincia con la difesa della famiglia

Difendere l’ambiente comincia con la difesa della famiglia

Tutti si dicono favorevoli a una vera politica che possa difendere l’ambiente e alla collocazione di un grande cantiere per preservare la biodiversità, eppure tante sono le contraddizioni a proposito anche fra gli ecologisti più puri. C’è chi vuole una normative per la procreazione medicalmente

Le verità rivelate della guerra della Nato in Kossovo

Le verità rivelate della guerra della Nato in Kossovo

Ora lo sappiamo. Grazie ad un articolo pubblicato sul periodico francese “Le Monde diplomatique” – in polemica con “Le Monde” suo quotidiano di riferimento – la guerra condotta dalla Nato per liberare gli albanesi del Kosovo dal regime tirannico di Slobodan Milosevic è stata un

La confusione in Libia e il ruolo dell’ONU

La confusione in Libia e il ruolo dell’ONU

Mentre i combattimenti riprendono, l’Onu perde l’occasione buona per tacere e ribadisce che in Libia non può esserci soluzione militare ma soltanto una soluzione politica. La realtà vista attraverso gli specchi deformanti del “political correct” come quando, a partire dal 2009 Barak Obama fu insignito