Maastricht o la corsa verso l’ignoto

All’inizio della costruzione europea c’era un consenso tra le “elites” e l’opinione pubblica. Sono gli anni ’50 e fino ai ’90 il processo di costruzione di un’Europa unita e solidale non accusa alcuna contestazione popolare. Soltanto agli inizi degli anni 2000 comincia una lenta ma

Accordi UE Canada

CETA, tra libertà di circolazione e necessità di protezione. Una disgrazia non arriva mai da sola e dopo la cancellazione del Tafta, da parte di un “pessimo” Trump, il Parlamento europeo ha ratificato i termini capestro che si sono studiati per i popoli dell’Europa del

Cittadinanza ed Europa delle 100 bandiere

Il dibattito che si è acceso da alcuni anni sul tema dell’identità nazionale ha finora seminato confusione e provocato incomprensioni semplicemente perché si articola su basi poco chiare. In effetti, prima di evocare l’identità , dovremmo cercare di definire di che cosa effettivamente si voglia

Due italiani si contendono la nomina alla presidenza del Parlamento europeo

Le peregrinazioni mensili del carrozzone che è diventato ormai il Parlamento europeo ( si riunisce mensilmente a Strasburgo per decidere la legislazione comunitaria discussa dalle varie commissioni parlamentari a Bruxelles, assistite dai funzionari, molti dei quali ancora hanno sede lavorativa in Lussemburgo) avrà ,nel corso

Online il numero 1-2017 del bimestrale L’Isola

E’ online il numero di gennaio-febbraio 2017 del bimestrale L’ISOLA. In questo numero: L’EDITORIALE: IL LIBERALISMO E QUESTO NOSTRO MONDO FATTO DI SIGLE I giovani che lasciano l’Italia? Meglio non averli tra i piedi. Questo sì che è un ministro del Lavoro! Lettera aperta al Dott.

La sinistra europea e il nazionalismo non sembrano più incompatibili

L’attitudine dei partiti politici in relazione all’immigrazione e alla sovranità nazionale è sovente dettata dal loro posizionamento sullo scacchiere politico. Se nell’Europa dell’ovest la sinistra appare schierata su posizioni di un multiculturalismo dichiaratamente favorevole all’immigrazione e all’accoglienza – anche a dispetto della stessa tutela della

Cari investitori indiani, ci spiace ma siamo colonizzati

Lettera aperta al Dott. Mahesh Panchavaktra, imprenditore che vuole realizzare un hub aeroportuale nella Valle del Mela Sicilia, 07 gennaio 2017 Gentile Dott. Panchavaktra, lei è venuto sin dal suo lontano paese per sponsorizzare il suo progetto imprenditoriale, ma prima di partire, anzi appena si

Giappone: gigante economico e nano politico

Sembra il soggetto di una pellicola americana di cui Hollywood detiene l’imprimatur: un kamikaze di ritorno nel cielo di Pearl Harbour. Immaginiamo la scena tra i flash di fotografi e telecamere: dopo 75 anni, un giapponese riattraversa la tolda della corazzata Arizona, la nave da

Il trasferimento dell’Ambasciata USA a Gerusalemme

Il 2017 segnerà veramente  la fine delle primavere arabe (e  di ogni latitudine) e finalmente  il ritorno della sovranità degli Stati nazione? Se prendiamo come riferimento  il panico iperattivo che sembra essersi impadronito della classe politica mondialista , crediamo proprio di esserci arrivati. E’  di

Avignone: la Città dei Papi e il Natale della Giraffa

Una citazione divenuta celebre grazie ad una tragedia di Pierre Corneille, Sertorio, recitava :”Roma non è piu’ a Roma, ma dovunque io mi trovi” . La stessa citazione che riecheggiava nel Medioevo quando i Papi si esiliarono ad Avignone e per oltre 70 anni, dalla

Aleppo Est – Siria

Dopo quattro lunghi anni di guerra e soprattutto dopo le menzogne e le contro-verità veicolate dai media anti regime , veramente non troppo indipendenti, finalmente la verità in Siria sta cominciando a venire a galla. Non la manipolazione o quella verità a senso unico che