Tutti gli articoli di admin_LS

 Il bicentenario dell’Indipendenza della Grecia dopo dracma e sirtaki

Il 25 marzo, mentre la Grecia si apprestava a festeggiare il bi-centenario della dichiarazione di indipendenza, l’Unione Europea, poco opportunamente, sembra defilarsi prevedendo di partecipare alla celebrazione dell’importante anniversario «nei limiti della disponibilità dei suoi rappresentanti e nelle restrizioni legate agli spostamenti dovute alla pandemia».

Siamo molto uniti, ma ognuno fa come vuole

La potenza dell’industria farmaceutica si dimostra uguale a quella delle reti sociali d’informazione, Google, Apple, Facebook, Amazon, Microsoft, tanto che la loro influenza, sia in termini di politiche di sanità pubblica sia in tema d’orientamento geopolitico, non cessa di aumentare. Abbiamo assistito alla confusione dell’Unione

L’errore del voto per corrispondenza

Ecco, ora anche Sadiq Khan, il multiculturale sindaco di Londra, si scopre difensore del diritto universale di voto e, prendendo a prestito la scusa della pandemia che sta colpendo soprattutto le minoranze etniche e gli anziani, ha chiesto al ministro della Costituzione di istituire le procedure

Il passaporto vaccinale europeo tra coesione e libera circolazione

Da quando la Grecia ha suggerito che a ogni cittadino vaccinato contro il Covid possa essere consentito di viaggiare liberamente in tutti i Paesi dell’Unione senza alcuna restrizione. Così la Commissione esecutiva ha avuto un’intuizione geniale: l’istituzione di un passaporto sanitario europeo. Concretamente si tratta

Crisi sanitaria e accoglienza : quello che non si riesce a capire

Mentre il nostro Paese supera la soglia dei 100.000 morti nella confusione dell’ennesimo confinamento, nella chiusura di scuole e università, nella tragedia di oltre 5 milioni e mezzo di persone che vivono ormai sotto il limite estremo di povertà, nei divieti di spostamento tra regioni,

Telelavoro: la via ai licenziamenti

Il telelavoro è oggi la normale prassi dell’organizzazione del lavoro, completamente diversa da quella tradizionale che imponeva la presenza fisica del lavoratore in azienda. Si basa sull’utilizzazione di nuove tecniche di comunicazione certamente più complicate per i lavoratori più anziani – che non hanno seguito

La nuova civiltà “covidusiana”

Con l’epidemia Covid e con l’onnipresenza di questa realtà nei media e nelle reti sociali, sembra che un nuovo linguaggio si stia imponendo nel lessico corrente. Possiamo ricordare, ad esempio, il «distanziare» e il «faccia a faccia» impiegati fino alla nausea, così come malattia e

La censura insopportabile

Ormai J. K.Rowling, la fortunata autrice di Harry Potter e lo stesso storico Primo ministro Winston Churchill, i cui nomi, nonostante la differenza di età e di effettiva valenza civile, spiccavano sulle case della Seaford Head School, un liceo inglese del Sussex, dovranno rassegnarsi e

La missione dell’OMS in Cina

Uscito di scena Donald Trump, l’“onusiana” OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, rialza il capo e si scopre sempre più compiacente con l’impero di Mezzo. Sulla base dello sviluppo degli avvenimenti pandemici, Trump probabilmente non aveva sbagliato nel puntare il dito contro l’OMS per aver gestito

Come in una tragedia greca, il “portento” per uscire dalla crisi

Mentre la classe politica si confronta con il presidente incaricato Mario Draghi, remissiva e sull’eco stonata di un’opinione pubblica che ha già adottato il nuovo Primo ministro in maniera plebiscitaria, il cursus honorum e le dichiarazioni dell’economista fanno il giro dei talk show più ruffiani e

Sputnik: l’ossessione europea uccide la ricerca

Lo scorso mese di agosto Putin aveva annunciato che le autorità sanitarie russe avevano messo a punto un vaccino contro l’epidemia Covid-19. Un annuncio che era passato nell’incredulità generale ed aveva suscitato persino commenti al vetriolo diretti proprio al despota dittatore odiato dai Soloni dell’Ue. I media

L’establishment Usa risorge e presenta il conto a Trump

Da qualche giorno è cominciata la pesante scomunica del popolo trumpista perché, come in una specie di catarsi del fallimento, Trump ha volutamente sabotato il futuro del movimento da lui creato, dimostrando di non sopportare la sconfitta e, al contrario di Xi Jinping o di

I padroni del vapore

Internet è certamente il sistema di informazione di massa  più democratico mai conosciuto nel tempo, una tribuna dove tutti possono esprimersi, scrivere versi, pubblicare fotografie e disegni e intraprendere discussioni. Un mezzo adeguato ai tempi per manifestare quella libertà individuale tanto agognata ma che oggi

15.01.2020 La scomparsa di un eroe siciliano

Ricordo di un tragico gennaio 2020. La scomparsa di un eroe siciliano Sono in una stanza della Clinica Saint Jean di Bruxelles, accanto alle spoglie di Francesco Paolo, che finalmente ha ritrovato una sua serenità. Dovrei scrivere pagine su pagine ma sono come inebetito. Anni

Amen e awoman

Il nuovo anno è iniziato con grandi aspettative per gli Stati Uniti finalmente entrati in un’aurea epoca progressista, dopo il lungo inverno a cui li aveva ridotti il presidente Trump. Gli avvenimenti recenti ci dicono che sembra aprirsi un nuovo capitolo radioso nelle coscienze civili

Esculapio sconfitto dal software

Il dibattito sulla pandemia tra virologhi autoproclamati ed epidemiologi, se da un lato giova soltanto a screditare la professione, dall’altro ha aggravato un fenomeno che interessa la società contemporanea: la spaccatura generazionale, quella disputa tra anziani e moderni che non è certo nata nel XXI

L’Esecutivo europeo tra vaccini anti covid e lobby farmaceutiche

Come da copione, nello spartito di questa società che “muore per la morte dei suoi istinti” (Paul Valery), l’attuale crisi sanitaria e le sue terribili implicazioni economiche, sociali e culturali rappresentano l’occasione per le grandi industrie farmaceutiche di arricchirsi alle spalle del contribuente europeo. Attualmente l’Esecutivo europeo,

L’eleganza del modello occidentale va difesa e divulgata

Il velo islamico, indossato da quelle donne venute da lontano che abitano ormai le nostre città, rimaste orgogliosamente legate alla loro identità originaria, rappresenta certamente una sfida di civiltà. Distanti dall’esagerazione dei giudizi e per sdrammatizzare ogni ipotesi di conflittualità, diciamoci soltanto che si tratta